Picture of author.

Ágota Kristóf (1935–2011)

Teoksen The Notebook; The Proof; The Third Lie tekijä

39 teosta 2,641 jäsentä 119 arvostelua 10 Favorited

Tietoja tekijästä

Sarjat

Tekijän teokset

The Notebook; The Proof; The Third Lie (1986) — Tekijä — 1,037 kappaletta, 59 arvostelua
Iso vihko (1986) — Tekijä — 550 kappaletta, 20 arvostelua
Yesterday (1969) — Tekijä — 239 kappaletta, 10 arvostelua
The Illiterate (2004) — Tekijä — 214 kappaletta, 7 arvostelua
Todiste (1988) — Tekijä — 193 kappaletta, 6 arvostelua
Kolmas valhe (1991) — Tekijä — 170 kappaletta, 7 arvostelua
La vendetta (2005) — Tekijä — 112 kappaletta, 6 arvostelua
Dove sei Mathias? (2006) — Tekijä — 27 kappaletta
La chiave dell'ascensore. L'ora grigia (1999) 11 kappaletta, 1 arvostelu
The Notebook [2013 film] (2014) — Novel — 10 kappaletta, 3 arvostelua
Two Novels: The Proof, The Third Lie (2015) — Tekijä — 7 kappaletta
˜L'œheure grise et autres pièces: théâtre (1998) — Tekijä — 5 kappaletta
Todiste (2023) 4 kappaletta
Chiodi (2016) — Tekijä — 4 kappaletta
Dun (2011) 4 kappaletta
Mindegy : novellák és színművek (2007) — Tekijä — 4 kappaletta
Tant és (2024) 3 kappaletta
Okumaz Yazmaz (2023) 3 kappaletta
El Monstruo y otras obras (2009) 3 kappaletta
Iso vihko (2022) 2 kappaletta
De tweelingentrilogie 2 kappaletta
Gestern 1 kappale
الأمية 1 kappale
Onte 1 kappale
Tegnap (2000) 1 kappale
La tercera mentida (1991) 1 kappale
O Gran Caderno (2022) 1 kappale
Önemi Yok (2023) 1 kappale

Merkitty avainsanalla

Yleistieto

Jäseniä

Kirja-arvosteluja

Io e Trilogia della città di K. non siamo partiti con il piede giusto: la prima parte, Il grande quaderno, mi ha lasciata piuttosto perplessa, mi sembrava piena di violenza gratuita messa lì per suscitare un orrore fine a se stesso, visto che il romanzo non pareva prendere nessuna direzione precisa.

Poi ho iniziato La prova e mi sono dovuta ricredere. Trilogia della città di K. è improvvisamente diventato più del classico libro sugli effetti devastanti della guerra, dell’odio e dei regimi totalitari. È un libro sull’impatto che esperienze così estreme e disumanizzanti hanno sulla mente umana, portandola a distorcere la realtà, a farla essere meno tremenda di quanto in realtà non sia.

Si tratta di uno dei libri più tristi che abbia letto nella mia vita. La storia di questi due gemelli e della loro famiglia ti mette davanti a tutta la cattiveria degli esseri umani e la verità non è più così importante davanti alle distorsioni della realtà operate dalla mente per cercare di sopravvivere. Infatti, a un certo punto ho smesso di chiedermi cosa fosse successo, ma perché esistesse quella distorsione.

Leggere Trilogia della città di K. è stato come entrare nella mente depressa di una persona sopravvissuta agli orrori della guerra: non ci vengono risparmiate le incongruenze proprio perché queste fanno parte della personalità del narratore. Alla fine ci rimane un enorme senso di spreco: quante vite vengono distrutte da questi eventi traumatici? Si contano sempre le morti in caso di guerre, ma quanto è grande il prezzo che paga chi sopravvive?
… (lisätietoja)
 
Merkitty asiattomaksi
lasiepedimore | 58 muuta kirja-arvostelua | Jan 12, 2024 |
La tristesse s'infiltre entre les mots, entre les phrases. Une écriture inoubliable. (X-23)
 
Merkitty asiattomaksi
MeisterPfriem | 58 muuta kirja-arvostelua | Oct 27, 2023 |
Sin duda, esta trilogía se ha convertido en una de mis lecturas favoritas de 2021. Te descoloca, te conmueve. No es una serie fácil, ni se puede leer de una sentada, pero es magnífica.
 
Merkitty asiattomaksi
uvejota | 58 muuta kirja-arvostelua | Jul 26, 2023 |
Personaggi senza identita’, senza nessuna adesione al mondo in cui vivono, con una percezione distorta e allucinata che li induce a compiere gesti aberranti. (back cover)

Che cosa constati?
Che qualsiasi esterno circondato da un altro esterno diventa interno cosi’ come un interno che accolga un interno si tramuta indiscutibilmente in esterno.
Non capisco. (13)

Sono seduti la’, a un tavolino all’aperto di un bar. Guardano passare la gente. La gente passa, come sempre, come chiunque, come si conviene, passa. Alla gente piace passare.

Sono qui, seduto sul bordo del marciapiede. Mi alzo, m’infurio, piango, sputo, grido:
Siete dei maleducati, mi vergogno di voi: dite bugie, fate finta di essere gentili! Quando saro’ grande vi uccidero’. (21)

L’indomani dice:
Il tuo viso e’ nero, piacere dal riso acuto, eppure vorrei raggiungere la montagna bianca, quella che cercano i viaggiatori sporgendosi dai finestrini di treni senza binari, senza speranza. (59)

Ormai non mi restano molte speranze. prima mi muovevo, ero sempre in viaggio. Aspettavo qualcosa. Che cosa? Non lo sapevo. Pero’ pensavo che la vita non potesse essere solo questo, vale a dire niente, la vita doveva essere qualcosa, e aspettavo che questa cosa arrivasse, la cercavo addirittura.
Oggi penso che non c’e’ niente da aspettare, per cui me ne sto in camera mia, seduto su una sedia, senza fare nulla.
Penso che fuori c’e’ una vita, ma in questa vita non succede niente. Almeno per me.
Per gli altri puo’ darsi che qualcosa succeda, possibile, ma non m’interessa piu’. (66)

I migliori: Casa mia, La casa, La cassetta delle lettere, Le strade, Penso.

Pillole d’emergenza per non sopravvivere...
… (lisätietoja)
 
Merkitty asiattomaksi
NewLibrary78 | 5 muuta kirja-arvostelua | Jul 22, 2023 |

Listat

Palkinnot

You May Also Like

Associated Authors

András Szekér Screenwriter
David Watson Translator
Alan Sheridan Translator
Armando Marchi Translator
Marco Romano Translator
Marco Lodoli Translator
Letizia Bolzani Translator
Erez Volk Translator

Tilastot

Teokset
39
Jäseniä
2,641
Suosituimmuussija
#9,722
Arvio (tähdet)
4.1
Kirja-arvosteluja
119
ISBN:t
233
Kielet
26
Kuinka monen suosikki
10

Taulukot ja kaaviot