Kirjailijakuva

Chris InghamKirja-arvosteluja

Teoksen The Rough Guide to the Beatles tekijä

6 teosta 181 jäsentä 3 arvostelua

Kirja-arvosteluja

englanti (2)  italia (1)  Kaikki kielet (3)
Libri sui Beatles ce ne sono molti. Troppi. Allora perché scriverne uno nuovo? Beh, magari per dare un nuovo punto di vista, credo sia la causa motivante di questo libro che come spesso capita ha preso un titolo italiano completamente diverso da quello inglese. Come suoi punti a favore, ci sono sicuramente la struttura del libro che non si limita al periodo 1962-1970 ma si insinua nelle carriere successive, e ha delle sezioni sulle cinquanta migliori loro canzoni, sulla parte cinematografica, compresi i filmati promozionali che oggi sarebbero stati chiamati videoclip, e finanche i luoghi beatlesiani. D'altra parte, ogni tanto Ingham scivola sul gossip più trito: nulla di strano, visto che tra i libri citati nei ringraziamenti c'è quello tristemente noto di Guiliano. Non sono infine d'accordo sul non avere lasciato anche il testo inglese sulla spiegazione di alcuni degli "indizi" nel video di Free as a bird, perché a mio parere la cosa rende difficile al lettore casuale la correlazione tra l'indizio e il brano.

In definitiva, il libro può essere interessante ma solo se non si è degli appassionati beatlesiani.
 
Merkitty asiattomaksi
.mau. | Dec 31, 2017 |
The worst and most embarrassing book on music I have ever set eyes on. Lot of pictures have been Photo shopped. The picture on the front is not even kiss. It's a cover band's faces mixed with some other bands pyro. Sooooooo many mistakes. And half of the bands are Y2K Nu Metal bands. And when you list bands like Everclear as a Metal band but overlook the bands that pioneered Metal and call them stupid then you really haven no reason to put this book out. How can you say Metallica influenced Motley Crue. The dates albums were released are wrong in many cases. Atrocious. Glad I did not pay money for this mess. I believe the author (if you can call him that) is an editor for a magazine. I wonder who reads it because it is not in any language I have ever read.
 
Merkitty asiattomaksi
JHemlock | 1 muu arvostelu | Apr 8, 2017 |
In a hastily made, mistake-ridden book, Chris Ingham likes to bore the reader with band biographies that seem to delve into editorials and numerous mistakes. Too much money for too little value. Only redeeming factor is the great band photos.½
 
Merkitty asiattomaksi
J.W | 1 muu arvostelu | Aug 26, 2007 |